Il Casellario Centrale Infortuni per l’antifrode assicurativa
immagine 10/10/2017 CCI Informa

 

Emanata la norma che prevede l'ingresso del Casellario tra le banche dati le cui informazioni alimentano l’Archivio Integrato Antifrode (AIA) gestito da IVASS
 
La legge n. 124 del 4 agosto 2017 “Legge annuale per il mercato e la concorrenza” ha modificato, l’art.21 del DL 18/10/2012, n. 179 inserendo il Casellario Centrale infortuni tra le banche dati le cui informazioni devono confluire nell’Archivio integrato Antifrode gestito da IVASS.
L’archivio integrato è uno strumento funzionale alla prevenzione e al contrasto delle frodi assicurative nel settore della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore. 
Fornisce indicazioni sul livello di anomalia di ogni sinistro comunicato alla banca dati sinistri, utilizzando idonei indicatori ottenuti dalle verifiche e dalle integrazioni delle informazioni contenute negli altri archivi connessi, in modo da consentire di porre in essere un'attività antifrode più mirata ed efficace.
È inoltre prevista la possibilità per le imprese di assicurazione di accesso alla banca dati, nella fase di assunzione del rischio, al fine di accertare le informazioni fornite dal contraente.
 
 
Art. 21 - Misure per l'individuazione ed il contrasto delle frodi assicurative
DECRETO-LEGGE 18 ottobre 2012, n. 179